Magia del mondo

“Tre stelle? No grazie!” Lo chef francese Sebastian Bras rinuncia al massimo riconoscimento della guida Michelin

#Magiadelmondo

No, non si tratta di uno scherzo! Sebastien Bras, figlio d’arte (suo padre era Michel Bras, istituzione della cucina francese), da dieci anni alla guida del celebre ristorante Le Suquet, chiede di poter essere escluso dall’edizione 2018 della guida Michelin, rinunciando quindi alle tre stelle ottenute nel 1999.

Lo ha annunciato lo scorso 20 Settembre con un video pubblicato sulla sua pagina facebook. La ragione è quella della eccessiva pressione. Una vera e propria scelta di vita presa insieme a sua moglie, Veronique, che vede prediligere la serenità senza però rinunciare all’eccellenza. Lo chef, infatti, ci tiene a precisare che l’attenzione alla qualità ed alla pregevolezza resterà alta e rimarrà il tratto imprescindibile della sua cucina.

La risposta della Guida non tarda ad arrivare. Claire Dorland-Clauzel, membro del comitato esecutivo del gruppo Michelin, si è infatti dichiarato disposto a prendere atto della richiesta senza tuttavia assicurare l’accoglimento. Sebbene stupisca la decisione dello chef, in realtà egli non è il primo a subire questa pericolosa ansia da prestazione.

In alcuni drammatici casi la pressione degli chef stellati, sebbene per motivi diversi, ha portato addirittura al suicidio (ricordiamo Bernard Loiseau, Pierre Jaubert e Franco Colombani). Ad ogni modo siamo contenti che il nostro caro amato Chef Bras abbia preferito la serenità alla gloria. O forse questa scelta gliene darà, se possibile, ancora di più?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.